Giugno 23, 2022/Comunicati stampa

I Democratici CT sostengono la causa per una prima elementare nello stato di costituzione

(Washington, DC) – I Democratici del Connecticut, guidati dal membro del Congresso Jim Himes, dalla candidata al Segretario di Stato Stephanie Thomas e dal presidente del Partito statale Nancy DiNardo, hanno presentato oggi la loro causa al Comitato Nazionale Democratico per designare il Connecticut come uno stato primario presidenziale.

La data principale del Connecticut è attualmente fissata per l'ultimo martedì di aprile degli anni presidenziali, che è in ritardo nella stagione delle primarie. Il DNC, che è in procinto di rivedere l'intero calendario delle primarie, ha chiesto a maggio le domande per lo status di primarie anticipate.

"La stagione delle primarie presidenziali concentra tradizionalmente un'enorme attenzione su una manciata di stati a gennaio e febbraio, e quando gli elettori del Connecticut vanno alle urne ad aprile, la maggior parte delle decisioni sul campo è stata presa", ha detto DiNardo. "Il Connecticut ha una popolazione ricca e diversificata e una geografia che rende gestibili le campagne in tutto lo stato, e non c'è motivo per cui i nostri elettori non dovrebbero svolgere un ruolo più diretto nella politica presidenziale".

L'applicazione del Connecticut è uno dei 17 finalisti scelti per fare una presentazione di persona questa settimana. Il DNC dovrebbe scegliere quattro o cinque stati tra i finalisti, che oltre al Connecticut sono Colorado, Delaware, Georgia, Illinois, Iowa, Maryland, Michigan, Minnesota, Nevada, New Hampshire, New Jersey, Oklahoma, Porto Rico, Carolina del Sud, Texas e Washington.

"Il Connecticut è stato a lungo un microcosmo della popolazione americana ed è l'ambiente ideale per le primarie presidenziali", ha detto Himes al comitato di selezione. "Il nostro stato è sia vario che compatto, e offre ai candidati presidenziali l'opportunità di interagire direttamente con gli elettori in città vivaci, pittoresche cittadine rurali e terreni agricoli, situati a pochi minuti l'uno dall'altro". 

Stephanie Thomas, la candidata democratica a Segretario di Stato, ha affermato che un'inizio delle primarie presidenziali nel Connecticut darebbe a candidati ed elettori l'opportunità di impegnarsi di persona.

“Ci sono 2.2 milioni di elettori registrati nello stato e si preoccupano profondamente delle loro comunità. Data la nostra geografia e la gamma di diversità etniche e razziali, il Connecticut offre ai candidati l'opportunità di interagire e imparare dai residenti con diversi punti di vista. Un primo concorso per le primarie presidenziali coinvolgerebbe i comitati comunali locali, aumenterebbe il reclutamento e l'organizzazione dei candidati a tutti i livelli, rafforzando l'intero processo elettorale", ha affermato Thomas.

Il DNC dovrebbe selezionare fino a cinque stati per tenere le primarie anticipate. Se scelto dal DNC, il Connecticut cambierebbe la data delle primarie presidenziali attraverso la legislazione approvata dall'Assemblea generale e firmata dal Governatore.